Stagione 2021-2022

Corso del Popolo, 20
34074 - Monfalcone

Informazioni:
T - 0481 494 369

Biglietteria:
T - 0481 494 664
orario:
da lunedi a sabato
ore 17-19


ert Viva Ticket Istituto di musica Antonio Vivaldi Biblioteca Monfalcone

I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio Comunicazione dell'Unità Operativa Attività Teatrali ed Espositive del Comune di Monfalcone
Tel. 0481 494 369

Realizzazione grafica e programmazione a cura di Incipit

LUNEDÌ 28 MARZO 2022 ORE 20.45
AltroTeatro

PANDORA

ideazione e regia di Riccardo Pippa
di e con Claudia Caldarano, Cecilia Campani, Giovanni Longhin, Andrea Panigatti, Sandro Pivotti, Matteo Vitanza
dramaturg Giulia Tollis
maschere e costumi di Ilaria Ariemme
scene di Anna Maddalena Cingi
disegno luci di Paolo Casati
cura del suono di Luca De Marinis
vocal coach Susanna Colorni
responsabile tecnico Alice Colla
Teatro Franco Parenti / Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale Fondazione Campania dei Festival
in collaborazione con Teatro dei Gordi

Spettacolo presentato in prima nazionale alla Biennale Teatro di Venezia 2020.

Lo spettacolo prevede scene di nudo

foto

Foto di Noemi Ardesi


Dopo aver conquistato nel 2019 il Premio Hystrio-Iceberg come Migliore compagnia emergente e nel 2020 il Premio ANCT (Associazione Nazionale Critici Teatro), i Gordi continuano l’indagine su una forma teatrale che si affida al gesto, al corpo (con e senza maschera), a una parolasuono scarna e essenziale, che supera le barriere linguistiche.
Siamo in un bagno pubblico – per eccellenza il luogo in cui la presenza fisica dell’altro, la vicinanza, si avvertono in modo più problematico – attraversato da un’umanità varia e transitoria: un luogo di passaggio, di attesa, di incontro, dove fare scongiuri, nascondersi, sfogarsi. Uno spazio amorale, di sospensione, di nudità e violenza anche. Se fuori ci si deve attenere alle norme sociali, qui si può ampliare lo spettro dell’azione quotidiana oltre i limiti e le censure.
Utilizzando, ancora una volta, un linguaggio fatto di movimenti, gesti, suoni e oggetti, i Gordi mettono in scena la nostra paura dell’altro e la straziante fragilità del corpo, che separa e congiunge noi e il mondo. Un teatro poetico capace di emozionare e produrre immagini vive.

p2122 12b